Maccheroni e bocce sbilenche

Luigi Jorio, swissinfoLa regione di Daylesford-Hepburn springs, a 100 km a nord-ovest di Melbourne, è stata la destinazione di molti cercatori d’oro dell’Ottocento. Oggi le tende dei minatori sono sparite, ma sono rimaste le tracce della folta presenza svizzera e italiana.

“Bellinzona”, dal nome del capoluogo ticinese, è stata la prima guesthouse di Daylesford (inizio Novecento). Oggi funge da centro dei congressi ed è uno degli hotel più cari della città. Il prezzo di una camera è talmente alto (circa 250 franchi svizzeri) che alla reception mi consigliano di riservare a tariffe ridotte… via internet!


Hepburn springs è tra le località termali più note dell’Australia. Operatori turistici e persone sofferenti di artrite possono ringraziare Vincenzo Perini, emigrante di Mergoscia, vicino a Locarno, che nel 1855 fece parte del primo comitato a salvaguardia delle sorgenti minerali.


Difficile immaginare un italiano senza la pasta. Fedeli alla tradizione, i fratelli Lucini hanno costruito la “Macaroni Factory”, considerata il più vecchio edificio italiano d’Australia. Nel 2009 festeggia il 150. anniversario.


A giudicare dai nomi delle strade e delle famiglie attorno a Daylesford, ci si crederebbe in una valle ticinese. Difficile però immaginare che la Posta svizzera lascerebbe pacchi e lettere… in un bidone.

I migliori giocatori di bocce svizzeri e italiani non avrebbero alcuna chance in Australia. Da queste parti le bocce sono più pesanti da un lato, ciò che le fa rotolare lungo una traiettoria a rientrare. O ad uscire. Gli spettatori ai lati sono avvertiti.

One thought on “Maccheroni e bocce sbilenche

  1. I am a great grand son of Serafino Righetti, who arrived in Australia, aged 15, in 1854. Serafino was from Someo, Valle Maggia, born 16 January 1839. He married an Irish protestant girl, Lucy McCord in Ballarat on 7 February 1862. They had a hotel in Hepburn Springs, then in 1886 purchased the General Store in Heywood, South West Victoria. Serafino was a shire councillor for 20 years and had 2 terms as shire president. Serafino and Lucy had 4 sons and my grandmother, Lucy Amelia Righetti, born 24 October 1872, who married Rev Canon Charles Hudson in 1900 at Daylesford. Serafino died on 17 December 1917 and Lucy, no doubt of a broken heart, soon after on 26 March 1918. Both are in the only vault at Heywood Cemetery. The family supports its upkeep. The Righetti family has an annual reunion in Victoria, celebrating the achievements of the Ticenese family in their new found land.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.