Come ho iniziato

Genealogist Ronald Willemsedi Ronald Willemse, genealogista

Sono nato e cresciuto ad Amsterdam. Durante l’infanzia, mio padre aveva l’abitudine di raccontarmi storie sui miei nonni e bisnonni. Storie che ricordo molto volentieri. Mi diceva spesso che le origini della nostra famiglia erano nella provincia olandese dello Zeeland.

Parecchi anni dopo mi sono installato in Ticino, dove mi sono sposato e avuto dei figli. Una volta ho chiesto a mio padre perché e quando i nostri antenati si sono trasferiti da Zeeland alla capitale Amsterdam. Non lo sapeva e siccome ero molto curioso ho deciso di saperne di più durante un viaggio in Olanda. Qualcuno mi diede l’indirizzo degli archivi della città di Amsterdam e così un giorno ci feci un salto per vedere se trovavo informazioni.

Inizialmente mi sono sentito perso: un locale immenso, con una cinquantina di scrivanie con computer, lettori di microfilm, libri, registri, scaffali e schedari. Gente di tutte le età andava avanti e indietro tra le scansie, archiviando materiale, facendo fotocopie, scannando documenti, aggiungendo annotazioni su fogli e computer portatili. Il tutto in quasi assoluto silenzio. Fortunatamente c’era una persona disponibile alla ricezione, alla quale ho potuto dare un biglietto con il nome e la data di nascita di mio nonno.

Sono rimasto assai stupito: nello spazio di 20 minuti avevo in mano un mazzo di fotocopie che ripercorrevano tre generazioni della mia famiglia. Con un’importante conferma: mio secondo bisnonno è effettivamente nato nel 1833 nella città di Vlissingen, nello Zeeland, ed è arrivato ad Amsterdam nel 1868, dove si è risposato due anni più tardi.

Ero felice. Ora conoscevo il quando, ma non ancora il perché. Di ritorno in Svizzera ho scritto una lettera all’amministrazione comunale di Vlissingen. Contro il pagamento di una quota ho ricevuto le copie delle schede relative ad altri tre miei antenati. Vi erano tuttavia soltanto nomi e date, nessun “contenuto storico”, e un invito a visitarli per accedere ad altri documenti. Sei mesi dopo mi sono dovuto recare in Olanda e mi sono così fermato a Vlissingen. Lì ho trovato i documenti con le risposte ai miei interrogativi.

Mio secondo bisnonno era un fabbricante di scarpe. A quell’epoca, Vlissingen era un importante centro marittimo e cantiere navale. Mio secondo bisnonno è stato incorporato nella Marina come specialista per gli stivali. Nel 1864 si è sposato e nel 1867 sua moglie ha partorito un neonato morto; lei stessa è deceduta poco dopo. Mio bisnonno era disperato e voleva andare altrove. La Marina non voleva però perdere questo esperto e gli propose di trasferirsi nella base navale di Amsterdam, ciò che accettò.

Non ho soddisfatto soltanto la mia curiosità, ma in me è pure nato un nuovo interesse: la genealogia. È una passione che si è sviluppata progressivamente, come una palla di neve: più la fai rotolare e più diventa grande. Così, negli anni successivi, ogni viaggio in Olanda ha sempre incluso una visita ai vari archivi. Ho ricostruito l’albero genealogico della mia famiglia su computer e l’ho pubblicato su internet. Grazie a molte banche dati in rete (in particolare Genlias e Zeeuwengezocht) e alle reazioni di parenti vicini e lontani, l’albero ha continuato a crescere in tutte le direzioni, in ogni parte del mondo.

In Olanda ci sono parecchi volontari disposti a trascrivere e compilare schede, per poi renderle accessibili su internet. Anche se la verificazione dei documenti originali rimane un aspetto importante, la rete informatica rappresenta una fonte estremamente utile. Sfortunatamente, in Svizzera il numero di banche dati accessibili gratuitamente è limitato. Spero che il mio lavoro possa contribuire a sviluppare iniziative simili anche in Ticino.

Questa è la storia di come ho iniziato a fare genealogia. Sarebbe interessante leggere come altre persone si sono avvicinate a questa tematica, scoprire quali sono state le esperienze interessanti e come la genealogia è diventata un hobby prediletto.

Nei miei prossimi interventi illustrerò le difficoltà di questa ricerca, in special modo in Ticino.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.